I Bronzi di Riace

Bronzi di riaceRiace è famosa per aver regalato al mondo, due opere d'arte di inestimabile valore: i "Bronzi", adesso esposti nel museo nazionale di Reggio Calabria.
I Bronzi di Riace, capolavori della scultura ellenistica, sono stati ripescati in mare nel 1972, di fronte alla localita Agranci, da un sub dilettante, a circa 200 metri dalla costa e 8 metri di profondità.
Furono presi in consegna dai restauratori della Soprintendenza Archeologica di Reggio Calabria, e successivamente trasferiti al piu` attrezzato Centro di Restauro Archeologico della Soprintendenza Archeologica di Firenze.
Oggi è possibile ammirarli nel Museo Archeologico Nazionale di Reggio Calabria.

La statua A è attribuita allo scultore ateniese Mirone e datata 460-450 a.C, periodo di transizione tra lo stile severo e quello classico: sono ancora evidenti le tracce di una rigida impostazione delle spalle e del torace.
Era armato di un'asta che impugnava tra indice e medio, e che doveva toccare terra e scaricare parte del peso, e non indossava elmo, come si evince dalla capigliatura, rifinita anche sulla parte alta della testa. E' alta mt. 1.98.

La statua B è stata prodotta in tempi posteriori rispetto alla precedente (430-420 a.C.).
Risulta, infatti, piu` moderna, sia nella lavorazione (il bronzo è spesso 7.5 mm contro gli 8.5 mm dell'altra statua) sia nello stile (la composizione più armoniosa della posa, la sinuosa congruenza tra l'inclinazione del bacino, la posizione del torace leggermente inclinata e la spalla destra giustamente abbassata).
Si ritiene fosse armata di lancia (bilanciata, non toccava terra) scudo ed elmo corinzio. E' alta mt. 1.97.
 

Comune di Riace

Piazza Municipio
Telefono 0964-733002 - Fax 0964-778016
Codice Fiscale 81000670802

HTML 4.01 Valid CSS
Pagina caricata in : 0.13 secondi
Powered by Asmenet Calabria